Marcus Grönholm dal rallycross al WRC e ritorno

Marcus Gronholm è due volte campione del mondo rally

Marcus Gronholm è due volte campione del mondo rally

Marcus Ulf Johan Grönholm, simpaticissimo campione di Kauniainen, città finlandese dov’è nato il 5 febbraio 1968, è il vincitore delle edizioni 2000 e 2002 del Campionato del Mondo Rally al volante della Peugeot 206 WRC, tanto amante nella sua seconda vita sportiva della specialità del rallycross, ogni tanto si diletta al volante di una vettura da rally, a patto che sia la una WRC, meglio se la sua gloriosa 206. Lo ha fatto, ad esempio, in occasione di Rallylegend 2011. Grönholm, soprannominato Bosse, è ormai anche un ex pilota di Rallycross, anche se i titoli importanti li ha vinti nei rally e in entrambe le occasioni guidando la Peugeot 206 WRC. La Finlandia ha sette campioni del mondo di rally, Grönholm è l’ultimo pilota di quel Paese nordico che è in cima al mondo nel vero senso della parola.

Si è ritirato dai rally professionistici dopo la stagione 2007, tornando in solo altri due eventi WRC nel 2009 e nel 2010. In totale, Grönholm ha registrato 152 partenze, 30 vittorie e 61 podi nel WRC. Ha iniziato la sua carriera nel rallycross internazionale nel 2008 dispuntando il Campionato Europeo Rallycross. Nel 2011, è arrivato secondo nelle stagioni inaugurali del Global Rallycross Championship. Grönholm è attualmente al comando del Grx Management Team, attivo nei rally e nei rallycross, che gestisce auto per giovani piloti, tra cui Niclas Grönholm. Grönholm ha debuttato nei rally nel 1987, arrivando a correre nella serie iridata a partire dal 1989. L’esordio risale al Rally di Finlandia con una Lancia Delta Integrale. Ma andiamo per gradi.

Il padre di Marcus era campione finlandese rally. Ulf Grönholm, appunto il papà, nato nel 1943, ha avuto una carriera di successo nei rally, vincendo due titoli del Campionato Finlandese Rally e partecipando a quattro eventi del WRC. Ulf morì in gara nel febbraio 1981. Marcus aveva solo 13 anni al momento della morte del padre. Da adolescente, ha partecipato a gare di motocross, per passare poi al pugilato dopo un grave infortunio al ginocchio in una gara. Marcus è entrato nel rally nel 1989, supportato da un cugino di sette anni, Sebastian Lindholm, che era un pilota molto attivo nell’Erc e nel WRC.

L’esordio nel WRC, dicevo, avviene insieme al co-pilota Ilkka Riipinen, partecipando al Rally 1000 Laghi del 1989 con Lancia Delta Integrale. Ha terminato ventitreesimo assoluto e quinto del Produzione. Tra il 1990 e il 1993, Grönholm ha avuto occasionali apparizioni negli eventi di rally, guidando la Toyota Celica GT-4 e tornando al 1000 Laghi ogni anno. Nel 1992, aggiunse il Rally di Svezia al suo programma, non terminando la gara a causa di un incidente. Anche se non ha avuto tanto successo immediato nel rally internazionali, ha vinto il titolo finlandese del Gruppo N nel 1991 e poi altre quattro volte il titolo del Gruppo A dal 1994 al 1998. Il primo importante successo internazionale è arrivato nel 1994, quando ha chiuso al quinto posto al 1000 Laghi. Il suo copilota sulla Toyota Celica era Voitto Silander.

Nel 1995, Timo Rautiainen diviene il navigatore di Grönholm e i due rimangono insieme fino al ritiro definitivo. Dal 1996, hanno iniziato a collezionare regolarmente punti nel WRC, guidando la Toyota Celica GT-4 per Toyota Castrol Finland o HF Grifone. Nel 1997 al Rally di Finlandia, Grönholm è salito sulla Toyota Corolla WRC per la prima volta, ma non ha terminato l’evento. Le buone prestazioni nel periodo successivo gli hanno portato diverse offerte dai team ufficiali, così ha partecipato per la prima volta ad una gara col team Toyota Castrol nell’ultimo appuntamento del Campionato del Mondo Rally 1998: al Network Q Rally GB.

Grönholm è due volte campione del mondo

È una delle gare più ricordate della storia: Carlos Sainz si ritira a poche centinaia di metri prima del traguardo e perde il titolo. All’inizio della stagione WRC del 1999, ha partecipato al Rally di Svezia con Seat Sport e la Cordoba e al Rally del Portogallo con la Carisma di Mitsubishi Ralliart. Dopo aver provato tre team ufficiali, Marcus ha scelto il team Peugeot Esso appena entrato nel Campionato del Mondo Rally 1999. Il suo primo evento con Peugeot 206 WRC è stato all’Acropolis Rally, dove si è ritirato perché la frizione era rotta. In quello successivo, in Finlandia, Grönholm e Rautiainen hanno concluso al quarto posto. Con un altro buon risultato, il quinto posto in Australia, Grönholm si è piazzato quindicesimo nella classifica WRC 1999.

Nonostante il notevole talento, la vera opportunità di correre con un vero ingaggio di un team ufficiale arriva solo nel 2000, quando disputa la sua prima intera stagione con la Peugeot 206 WRC, surclassando il compagno di squadra Francois Delecour. Nel 2000, al Rally di Svezia ha colto la prima vittoria nel WRC ed ha conquistato il suo primo titolo. Grönholm ha ottenuto la sua prima vittoria WRC al Rally di Svezia del 2000. Successivamente, sempre in quella stagione, ha vinto altre tre volte, Nuova Zelanda, Finlandia e Australia, e ha aggiunto tre podi. Alla fine si è laureato campione del mondo rally davanti a Richard Burns.

La Peugeot, nel 2000, ha conquistato il titolo Costruttori, vincendo sei volte. Oltre alle quattro vittorie di Grönholm, Gilles Panizzi ha aggiunto due vittorie in Corsica e Sanremo. Francois Delecour è stato il terzo pilota della Peugeot durante la stagione, con il cugino di Grönholm, Sebastian Lindholm che ha partecipato a un rally. Nel 2001, Peugeot Total ha difeso il titolo battendo la Ford e vincendo sei eventi. Marcus ha vinto tre volte, altri tre piloti, Didier Auriol, Gilles Panizzi e Harri Rovanpera, hanno vinto una volta a testa. Grönholm ha vinto in Finlandia, Australia e Regno Unito, finendo quarto nella classifica finale del WRC, dietro a Richard Burns, Colin McRae e Tommi Makinen.

Nel 2002 è arrivata la vittoria del suo secondo Mondiale Rally, sempre con la Peugeot 206 WRC. Anche in questo caso: keep of calm. Nel 2002, Richard Burns è diventato compagno di squadra di Grönholm nel team Peugeot Total. Con due campioni del mondo in una squadra, oltre a Gilles Panizzi e Harri Rovanpera come specialisti rispettivamente di asfalto e terra, Peugeot ha conquistato facilmente il titolo del terzo mondiale consecutivo, con nove vittorie in quattordici eventi. Grönholm è stato un pilota che ha dominato gran parte della stagione, vincendo cinque volte e conquistando il suo secondo titolo mondiale con un vantaggio più che doppio sul secondo, Petter Solberg.

Uno dei trionfi più belli di Marcus è stata la terza vittoria consecutiva al Finlandia. Nel 2003, gli stessi quattro piloti correvano per Peugeot, ma la squadra è stata battuta da Citroen. Nella classifica piloti, Grönholm era sesto, grazie a tre vittorie: Svezia, Nuova Zelanda e Argentina. Nel 2004 e nel 2005 gareggia a bordo della nuova Peugeot 307 WRC e si aggiudica, nei due anni, due volte il Rally di Finlandia ed una volta il Rally di Giappone. Il suo navigatore ufficiale nel WRC è il finnico Timo Rautiainen che tra l’altro è suo cognato. Per la stagione del WRC 2004, debutta con la nuova Peugeot 307 WRC.

Marcus, il titolo iridato per Ford e i record

Grönholm trascorre un’intera stagione nella vettura numero 5, con Freddy Loix, Harri Rovanpera e Cedric Robert come compagni di squadra a rotazione nella numero 6. Con una sola vittoria, in Finlandia, Marcus si piazza quinto a fine stagione. Era vicino alla vittoria di Cipro, dove era il più veloce, ma i piloti Peugeot sono stati squalificati dopo l’evento a causa delle pompe dell’acqua non omologate. Quella del 2005 è la sua ultima stagione con Peugeot, Marcus Grönholm ha ottenuto due vittorie con la Peugeot 307 WRC, finendo a pari punti con Petter Solberg dietro a Sebastien Loeb. Grönholm è stato il vincitore in Finlandia, quinta volta, e in Giappone.

Nel 2006, Marcus gareggia per il team BP Ford World Rally Team alla guida della Ford Focus WRC, con la quali vince la gara d’esordio, Monte-Carlo, grazie anche ad un errore di guida del campione del mondo in carica Sebastien Loeb, e la seconda gara della stagione, Svezia. Altre vittorie vengono ottenute in Grecia, Finlandia, Turchia, Nuova Zelanda e Galles. Finirà secondo in classifica. A fine stagione, grazie ai suoi piazzamenti ed a quelli di una proficua spalla quale Mikko Hirvonen, Marcus Grönholm regala alla Ford il Mondiale Costruttori. Nel 2007 corre ancora per M-Sport di Malcolm Wilson, che gestisce i programmi rally Ford nel WRC. Ottimo è l’avvio di stagione per il pilota finnico con tre vittorie, Svezia, Sardegna e Acropoli, seguite da tre secondi posti, che gli valgono il primo posto provvisorio nella serie iridata.

Dopo esser stato primo per gran parte della stagione 2007, vincendo anche in Finlandia e in Nuova Zelanda, dove batte Loeb per soli tre decimi, Grönholm ha perso il titolo all’ultima gara contro il Cannibale francese, appunto, su Citroen C4 WRC, a causa soprattutto di una sciagurata uscita di strada nel penultimo rally della stagione in Irlanda. Porterà comunque, assieme a Mikko Hirvonen, il secondo titolo Costruttori alla Ford. A fine 2007, il finlandese decide di ritirarsi dalle competizioni e saluta ufficialmente la carovana del WRC.

La vittoria di Grönholm nel 2007 al Rally di Finlandia è stata la sua settima in carriera in quell’evento iridato. Da quel momento è diventato detentore del record di vittorie, insieme ad Hannu Mikkola. Nel 2007, Grönholm ha stabilito un altro record. In Nuova Zelanda, ha battuto Loeb per 0”3 secondi, il margine di vittoria più risicato nella storia del World Rally Championship. Nel settembre 2007, mentre ancora lottava per il titolo. Il suo ultimo evento è stato il Wales Rally GB del 2007, dove ha concluso al secondo posto, non vincendo il suo terzo titolo.

Il 6 luglio 2008 ha debuttato nel Campionato Europeo Rallycross, partecipando al GP di Svezia, al volante di una Fiesta ST ERC del Ford Team RS Europe, una vettura della potenza di circa 600 cavalli, vincendo la gara. Poi ha deciso di tornare per la seconda volta a San Marino, per riabbracciare la 206 WRC in un rally vero. Nei due anni successivi, Grönholm ha focalizzato la propria attenzione sul rallycross correndo, oltre che nel Campionato Europeo Rallycross, anche nel Campionato Statunitense Rallycross. Nel rally ha partecipato molto a vari eventi, come Memorial Bettega, Rallylegend o Monza Rally Show. Grönholm è tornato a vincere nel WRC, partecipando come privato al Rally del Portogallo nel 2009 con Subaru Impreza WRC e al Rally di Svezia del 2010 con Ford Focus RS WRC.

Nel 2012, Grönholm ha vinto i primi due eventi a Charlotte Motor Speedway e Texas Motor Speedway. Guidava la Ford Fiesta per il team svedese di Olsberg, Mse. Nel round successivo, agli X-Games di Los Angeles, Grönholm ha riportato gravi lesioni in un incidente durante una sessione di prove libere. Dopo una settimana in ospedale a Los Angeles è dovuto tornare a casa e non ha potuto riprendere a correre. Quindi, la stagione GRC 2012 è stata l’ultima stagione competitiva per Marcus Grönholm.

Successivamente, si è concentrato sullo sviluppo di un portfolio di attività diversificate, tra cui anche le riprese con programmi televisivi, collaborazioni con Costruttori automobilistici che testavano auto e consulenza ai team per quanto riguarda le strategie sportive. Marcus si dedica anche alla carriera di suo figlio Niclas, nato nel 1996. Niclas Grönholm ha debuttato nel Fia World Rallycross Championship nel 2014, partecipando ad una gara della RX Lites Cup. Nel 2015, Niclas ha debuttato nella classe Supercar, trasferendosi nel team Mse di Olsberg nel 2016 per correre l’intera stagione con la Ford Fiesta. Nel 2017, Niclas ha corso con la Ford Fiesta per il team di famiglia, Grx.

L’angolo di Marcus

marcus grönholm, wrc, campione del mondo rally, campionato del mondo rally, libro rally, storie, peugeot sport, peugeot total, peugeot 206 wrc, peugeot 307 wrc, rallycross, ford focus wrc, subaru impreza wrc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

A cosa stai pensando?