Martini Racing, una storia fantastica

Martini Racing

La copertina del libro.

C’è un libro speciale, tra i tanti volumi storici che arricchiscono l’editoria libraria sportiva, che racconta fotograficamente la storia dell’attività sportiva della scuderia Martini Racing dal 1983 al 1987. Una storia fantastica. Il tutto, suddiviso per specialità: dall’Endurance alla F1, dal WRC al DTM, all’off-shore. Martini Racing Story 1983-1987 è disponibile in inglese, francese, spagnolo e portoghese.

E’ rintracciabile nuovo, nelle migliori librerie specializzate, oppure sul mercato dell’usato, dove non è difficile prendere fregature. Il prezzo medio si aggira tra i trentacinque e i cinquanta euro. L’autore è Daniel Schildge. L’opera ha un formato maxi di oltre venticinque centimetri per trentadue. Molte le foto che arricchiscono le pagine e tutte a colori. La copertina è rigida con sovracoperta. In realtà, si tratta di una seconda edizione. La casa editrice è la francese Artice.

Contrariamente alle prime impressioni questo libro, grande quanto un tavolino da caffè, lucido è più di una semplice pubblicità. Creato principalmente per pontificare un famoso marchio di bevande, quale la Martini, si è trasformato in un ottimo lavoro che racconta le avventure di uno dei principali team impegnati a correre in auto, nelle gare sportive, e in motonautica. Martini Racing, un nome, un simbolo, un mito, mille leggende. Il prodotto è elegante.

Tutte le pagine sono a colori, ben stampate su carta di alta qualità e di grande formato per consentire ad alcune fotografie straordinarie di saltare al di fuori della pagina. La maggior parte delle immagini sono uniche e spettacolari, ma soprattutto grandi. La squadra dei rally Lancia monopolizza i primi due terzi del libro. Una meravigliosa storia raccontata di anno in anno, dal 1983 (un volume simile si è già occupato del periodo precedente) è arricchita di articoli sui principali conducenti, copiloti e auto. Le tabelle complete di tutti i risultati nella parte finale rendono quest’opera utile, oltre che bella.

Relativamente ai rally, non è stato un amore breve, ma neppure lungo. Sicuramente intenso e intriso di passione, tecnologia, gioco di squadra. Prima come sponsor direttamente coinvolto, poi sul finale come squadra. Undici anni di Lancia Martini. Tanto è durata la sponsorizzazione della Martini & Rossi alle vetture Lancia ufficiali nelle competizioni. In modo particolare con le vetture Rally 037, vincitrice di un Mondiale, Delta S4 e Delta Integrale, vincitrice di sei titoli mondiali. Caratteristici sono i suoi colori, rosso-azzurro-blu, usati in quasi tutte le occasioni.

Martini Racing, un marchio saldato a fuoco nello sport

Martini Racing era un marchio noto e apprezzato nello sport già prima avvenisse l’incontro con il Costruttore torinese. E Cesare Fiorio, che l’aveva avuto come sponsor nella motonautica, ne sa qualcosa. Dal 1968, anno in cui ha debuttato a Hockenheim, Martini Racing ha sempre affiancato diversi nomi dell’automobilismo in Formula 1, nel Mondiale Sportprototipi e nel Mondiale Rally. E’ presente dal 2014 nella Formula 1 come sponsor principale della Williams, ribattezzata per questo Williams Martini Racing, ma già nel 1968 faceva il suo debutto sul circuito di Hockenheim, nell’ambito di un’iniziativa della Martini & Rossi Germania.

Nel 1970 il Martini Racing Team si impegna ufficialmente nel Mondiale Sport, acquistando due Porsche 917, in versione K ed LH, dalla Casa tedesca, da schierare anche nella 24 Ore di Le Mans di quello stesso anno. Nel 1971, il Martini International Racing Team vince la 24 Ore di Le Mans, con la 917K numero 22, condotta da Gijs Van Lennep ed Helmut Marko, che sconfiggono le altre Porsche 917 e le Ferrari 512M, ottenendo il record di velocità sul giro e percorrenza nell’arco delle ventiquattro ore.

Nel 1972 avviene il primo contatto con la Formula 1, con l’italiana Tecno che schiera come piloti l’italiano Nanni Galli e l’inglese Derek Bell. Si prosegue nel 1973 con Chris Amon. Sempre nel 1972 le Porsche 911 RSR turbo ufficiali portano i colori del Martini Racing nel Mondiale Marche. Anche nel 1973. Inoltre, quell’anno la Martini Racing sponsorizza gli offshore di Carlo Bonomi,che vince il Mondiale nel 1973 e 1974. Nel 1974 la Martini Racing continua a sostenere le Porsche 911 Carrera RSR Turbo e 908 ufficiali nelle gare del Mondiale Marche.

Sempre con Muller e Van Lennep. Nel 1975 la Martini Racing passa alle Brabham di Bernie Ecclestone. Corrono Carlos Reutemann e Carlos Pace. Sempre nel 1975 prosegue la sponsorizzazione con la motonautica con l’imbarcazione guidata da Carlo Bonomi e Cesare Fiorio. Nel 1976 nuova sponsorizzazione delle vincenti Porsche 936 e Porsche 935 impegnate nel mondiale Endurance e alla 24 Ore di Le Mans, fino al 1980. Nel 1978, dopo una pausa di due anni, Martini Racing torna a sponsorizzare un motoscafo offshore, quello di Guido Niccolai.

La collaborazione durerà fino al 1982 con diversi scafi e con il ritorno di Cesare Fiorio in coppia con Giorgio Schon nel 1982. Nel 1979, la Martini torna in F1 con la Lotus: le vetture inalberano i tradizionali colori Martini sulla tipica livrea verde britannico. L’abbinamento dura un anno. Nel 1981 inizia la storica partnership con Lancia. Durerà ben undici anni, sia in pista nel Mondiale Endurance, prima con la Lancia Beta Montecarlo Turbo campione del mondo 1981, poi sulla LC1 e infine sulla LC2 fino al 1985, sia nei rally conquistando in totale sette titoli costruttori nel Mondiale Rally attraverso vetture come, la Lancia Rally 037, la Lancia Delta S4 e la Lancia Delta HF nelle sue varie evoluzioni.

la scheda

MARTINI RACING STORY 1983-1987

Autore: Daniel Schildge

Copertina: rigida con sovracoperta

Pagine: 178

Immagini: 200 a colori

Formato: 25,5 x 32,5 centimetri

Editore: Artice

Prezzo: 35-50 euro

Guarda il video

Loading...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

A cosa stai pensando?